Gli studenti dell'IIS San Benedetto di Cassino in visita all'asilo nido di via Botticelli

Scuola e Università - In campo gli alunni dell'indirizzo “Servizi per la Sanità e l’Assistenza Sociale”. L'iniziativa è fortemente voluta dalla preside Maria Venuti e dalla docente Giovanna Russo

Gli studenti dell'IIS San Benedetto di Cassino in visita all'asilo nido di via Botticelli
di autore Francesca Messina - Pubblicato: 10-02-2024 01:54 - Tempo di lettura 3 minuti

Gli studenti dell’IIS San Benedetto di Cassino, dell’indirizzo “Servizi per la Sanità e l’Assistenza Sociale” si sono recati in visita presso l’Asilo Nido comunale di via Botticelli.

Accompagnati da docenti e tutor specializzati, i giovani hanno potuto osservare da vicino le attività quotidiane svolte all'interno del nido, comprendendo l'importanza di un ambiente sicuro, stimolante e inclusivo per lo sviluppo cognitivo, emotivo e sociale dei bambini.

L’iniziativa promossa dalla scuola è fortemente voluta dalla dirigente scolastica Maria Venuti e dalla professoressa Giovanna Russo, conseguentemente al Progetto "La scuola del ben-Essere" il laboratorio di servizi socio sanitario che ha permesso agli aspiranti operatori sanitari di entrare in contatto diretto con la realtà dell'infanzia e di approfondire le dinamiche legate alla cura e all'educazione dei più piccoli.

“Durante la giornata – ha spiegato la preside Venuti -  gli studenti hanno avuto l'opportunità di riflettere sull'esperienza vissuta, condividendo le proprie impressioni e apprendimenti con i tutor e i compagni di corso. La giornata si è conclusa con un momento di confronto e di dibattito, durante il quale sono emersi spunti interessanti per il futuro professionale degli aspiranti operatori sociali. In conclusione, la visita PCTO all'asilo nido si è rivelata un'esperienza preziosa per gli allievi del corso di studi per la sanità e l'assistenza sociale, offrendo loro l'opportunità di arricchire il proprio bagaglio formativo con competenze pratiche e esperienze significative. Grazie a iniziative come questa, i futuri operatori sociali possono affrontare con maggiore consapevolezza e competenza le sfide del mondo del lavoro, contribuendo in modo concreto al benessere e allo sviluppo delle comunità in cui operano”.

“Gli alunni del corso di studi  - ha sottolineato la docente Russo - hanno avuto l'opportunità di vivere un'esperienza unica e formativa attraverso una visita PCTO (Percorsi per le Competenze Trasversali e per l'Orientamento) presso un asilo nido locale. L'obiettivo della giornata era duplice: da un lato offrire agli studenti la possibilità di applicare sul campo le conoscenze teoriche acquisite durante il percorso di studio, dall'altro sensibilizzarli sull'importanza del lavoro di equipe e della collaborazione interprofessionale nel settore della salute e dell'assistenza sociale.

Durante la visita, gli studenti hanno avuto modo di assistere alle attività ludiche e educative condotte dagli operatori del nido, partecipando attivamente al sostegno degli stessi e interagendo con i piccoli ospiti. Questa esperienza ha permesso loro di apprezzare l'importanza della relazione empatica e della comunicazione non verbale nel rapporto con i bambini, competenze fondamentali per chiunque aspiri a lavorare nel campo dell'assistenza sociale e della cura. Non solo osservazione, ma anche coinvolgimento pratico: gli studenti hanno avuto l'opportunità di contribuire attivamente alle attività del nido, supportando gli operatori nella preparazione dei pasti, nell'allestimento degli spazi e nell'organizzazione di giochi e attività creative. Questa partecipazione attiva ha permesso loro di mettere in pratica le competenze acquisite e di sperimentare direttamente il ruolo dell'operatore sociale nel contesto dell'infanzia”.

 





Articoli Correlati